JPI ARENA

Antibiotic Resistance and Pathogenic Signature in Marine and Freshwater Aquaculture Systems

Nell’ultima decade l’industria dell’acquacoltura è cresciuta in maniera significativa, diventando una delle principali fonti di pesce per il consumo umano. Tale crescita ha tuttavia fatto emergere problematiche riguardo alla salute pubblica e dell’ambiente marino ed, in particolare, riguardo alla contaminazione dell’ambiente di produzione dell’acquacoltura così come del prodotto alimentare finale con antibiotici e altri inquinanti emergenti, come i batteri antibiotico-resistenti e altri batteri patogeni.

L’obiettivo del progetto ARENA, coordinato dal CNR IRBIM in collaborazione con il CNR IRSA di Roma e di Verbania, è quello di comprendere i pathways di trasmissione ed il destino dei residui di antibiotici, dei geni di antibiotico-resistenza, dei batteri antibiotico-resistenti e di altri batteri patogeni nell’acquacoltura, includendo anche la possibile contaminazione proveniente dall’ambiente (e.g., in sistemi aperti come la maricoltura: scarichi di acqua dolce in prossimità delle gabbie di acquacoltura, acqua di mare, sedimenti , organismi bentonici residenti nelle vicinanze delle gabbie di crescita, mangimi; in sistemi RAS: input di acqua, acqua all’interno delle gabbie, acqua prima e dopo i processi di filtrazione, mangimi). Saranno infine valutati l’accumulo della contaminazione nel prodotto alimentare finale (filetto di pesce). Per raggiungere tale obiettivo, il progetto ARENA utilizzerà diversi approcci innovativi, tra cui metodi molecolari metagenomici, o basati sulla PCR quantitativa e la più recente digital droplet PCR (ddPCR), e saranno sviluppati early-warning tools (tra cui un saggio basato sulla citometria a flusso, un sistema basato sull’utilizzo della piattaforma portatile di sequenziamento Nanopore DNA sequencing, e alcuni biosensori).

 

Partner di progetto:

  1. CNR IRBIM (Italy)
  2. ICRA (Spain)
  3. FH Aachen (Germany)
  4. KU Leuven (Belgium)
  5. ULiége (Belgium)


Referente:

Gian Marco Luna

Dirigente di Ricerca

Ancona

SCOPRI DI PIÙ


Programma: JPI AMR - Aquatic Pollutants


Sito Web: https://www.jpi-arena.eu/en/


Durata: Novembre 17, 2021 - Novembre 16, 2024


Budget: 1.101.910,00 €


Budget IRBIM: 150.000,00 €


Temi di Ricerca:

TEAM

Elisa Baldrighi

Assegnista

Ancona

Andrea Fanelli

Tecnologo

Ancona

Gian Marco Luna

Dirigente di Ricerca

Ancona

Elena Manini

Primo Ricercatore

Ancona

Grazia Marina Quero

Ricercatore

Ancona

Pierluigi Strafella

Ricercatore

Ancona

Progetti di Ricerca



Referente:
Iole Leonori

Il Mare Adriatico Settentrionale (NAS) rappresenta un'area fortemente impattata dal traffico marittimo, del turismo e dallo sfruttamento delle risorse. Il progetto intende creare una cooperazione tecnica, scientifica e istituzionale transfrontaliera per affrontare la sfida della valutazione dell'impatto del rumore ambientale sottomarino sulla fauna marina e in generale sull'ecosistema NAS, utile a garantire un'efficace protezione della biodiversità marina e degli ecosistemi e sviluppare un uso più sostenibile delle risorse marine e costiere. Gli obiettivi del progetto sono perseguiti attraverso la costruzione di una rete di monitoraggio condivisa per la valutazione del rumore sottomarino, la valutare dell'impatto acustico sulle risorse biologiche marine, e lo sviluppo di uno strumento di pianificazione e gestione.

Le attività di ricerca dell’Istituto vengono condotte nell’ambito di progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione, sia di carattere nazionale che internazionale, a valere su programmi di finanziamento a regia regionale (POR FEAMPA - Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo Affari Marittimi Pesca e Acquacoltura e POR FESR - Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) o ministeriale (PRIN – Progetti di rilevante interesse nazionale, PNRA - Programma nazionale di ricerca in Antartide, PO FEAMPA - Programma Operativo Nazionale Fondo Europeo Affari Marittimi Pesca e Acquacoltura), programmi per la Cooperazione Territoriale Europea (Interreg), programmi di finanziamento diretto della Commissione Europea (Horizon2020 ed Horizon Europe, Life, JPI - Joint Programming Initiatives, ERA-NET Cofund) ed iniziative di collaborazione tematica gestite da organizzazioni internazionali quali, ad esempio, la FAO – GFCM (General Fisheries Commission for the Mediterranean). L’Istituto sviluppa anche progetti finanziati nell’ambito di collaborazioni con imprese private nei settori della blue economy nonché del trasferimento tecnologico e dei risultati della ricerca. I progetti di ricerca, prevalentemente di carattere collaborativo, vengono sviluppati attraverso un’ampia rete di partner che includono la maggiori Istituzioni di Ricerca ed Università italiane ed estere.

SCOPRI DI PIÙ
error: Content is protected !!